it en
 

MONTE ISOLA, UN'ESPERIENZA SENSORIALE

La maggior parte delle persone crede che non si possa tornare indietro nel tempo.
Queste persone non hanno mai visitato Monte Isola,
la perla del lago d'Iseo, nonchè l'isola lacustre più grande d'Europa.


Si raggiunge facilmente col traghetto da tutti i porti del lago (www.navigazionelagodiseo.it) e per un breve periodo, dal 18 giugno al 3 luglio del 2016 si è potuto anche raggiungerla a piedi grazie al genio visionario dell'artista bulgaro naturalizzato statunitense Christo (massimo esponente della land art, l'arte che modifica momentaneamente il paesaggio). Con l’opera "The Floating Piers" ha attirato in sole due settimane 1 milione e duecentomila visitatori sul lago d'Iseo.
Monte Isola è un comune bresciano con un perimetro di circa 9,5 Km ed è composto da 12 piccole frazioni: la più visitata e turistica è sicuramente Peschiera Maraglio, piccolo borgo di pescatori e con una grande tradizione di tessitura di reti. Fino agli anni sessanta le donne tessevano le reti che poi i mariti utilizzavano nella pesca, oggi si può ammirare dal vivo l'arte della tessitura durante le molte manifestazioni ricreative e culturali che vengono proposte durante l'estate (www.visitmonteisola.it).
Nella frazione di Siviano si può visitare il Museo della Rete, posto all’interno della fabbrica di reti più antica di Monte Isola, dove si trova una ricca raccolta di documenti, fotografie storiche in bianco e nero ed oggetti sul mondo della rete e della pesca.
Da visitare assolutamente il Santuario della Madonna della Ceriola del XVII sec., posto sulla vetta della montagna dell'isola e raggiungibile con un'ora di camminata nel bosco: il panorama di cui si gode vale la fatica della strada fatta per raggiungerlo. Vi si trovano molte tavolette votive lasciate dai fedeli, in particolare quelle per chiedere alla Madonna il dono della maternità. Imperdibile la festa di Santa Croce nel borgo di Carzano: case e strade vengono ricoperte di fronde d'abete e di stupendi fiori di carta realizzati dalle famiglie del paese. Si può godere di questo spettacolo ogni 5 anni nel mese di settembre (prossimo evento nel 2020) dal 1836, anno in cui gli abitanti festeggiarono in questo modo la fine di un'epidemia di colera. Sull'isola non possono circolare automobili (solo il medico, il prete e il sindaco possono usare l'auto) e i motorini sono riservati agli abitanti (circa 1800). I visitatori possono quindi godersi la passeggiata a piedi, in un silenzio quasi surreale, in bicicletta oppure con il piccolo autobus locale.
Monte Isola ha un territorio favorevole per la coltivazione degli ulivi: impareggiabile nel gusto l'olio prodotto in loco. Particolare nel gusto anche il salame, lavorato come un tempo, presenta una leggera affumicatura. In alcuni periodi dell'anno è possibile godere dello spettacolo delle sardine essiccate lungo il lago, verranno poi gustate sulle tavole fino al successivo periodo di pesca.
L'isola ha vicino a sé altre due isolette: Loreto e S. Paolo entrambe di proprietà privata. Loreto è quasi interamente occupata da uno splendido castello neogotico con parco, originariamente un convento per le suore di S. Chiara. S. Paolo ha una grande villa con parco e durante "The Floating Piers" è stata circondata dalla passerella galleggiante gialla e collegata a Monte Isola.
Per conoscere tutte le offerte ricettive, artistico-culturali, enogastronomiche, spettacoli ed avvenimenti che caratterizzano il lago d'Iseo, è stato siglato un accordo dai 16 paesi che si affacciano sul Sebino ed è nato il progetto Visit Iseo Lake (www.visitlakeiseo.info). Un portale che promuove a 360° il territorio ed il brand Lago d'Iseo in modo originale ed innovativo, utilizzando tutte le possibilità che le piattaforme social mettono a disposizione oggi.